13 Luglio 2020 XV Settimana del T.O. Is 55, 10-11; Sal.64; Rm 8, 18-23; Mt 13, 1-23. “Dove cade il seme di Dio.”

Pubblicato giorno 12 luglio 2020 - In home page, in primo piano

mensa 2

“Tu non mi ascolti “,quante volte lo pronunciamo? L’ascolto ,la comprensione è la base di una relazione sana a matura. Per entrare in relazione intima con Gesù è necessario ascoltare la sua Parola. Il Vangelo è una buona notizia, annuncio di un Dio che non si stanca di seminare, di parlare ,di attirarci a sé. Un Dio che non si ferma affatto davanti al peccato, alla durezza di un terreno che non lo accoglie, all’indifferenza e persino alla contrapposizione che la fede può generare. Un Dio che non si stanca delle critiche ,ma continua a seminare con perseveranza. La parabola mette in luce che ci sono vari tipi di terreno i quali convivono tutti dentro di noi :sassi ,rovi ,uccelli del cielo che mangiano il seme caduto in superficie ,sole che brucia il piccolo germoglio senza radici.

Se relazione è dialogo, allora, è necessario porsi delle domande:

  1. La Parola cosa smuove nella mia vita? La ascolto o la lascio andare?
  2. La Parola infiamma la mia vita? Interiorizzo la Parola ,lottando contro i miei limiti?
  3. La Parola mi mette in discussione o resto ancorato alle mie cose?

Il terreno buono non è perfetto. Coraggio , la Parola non ha bisogno di terreno perfetto ;ma che cresca nei miei limiti e peccati. Facilitiamo, le condizioni dell’incontro, rendiamo la terra pronta ad accogliere, concimiamo con atteggiamenti disponibili per la vita di ciascuno.

Buona domenica

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)