Lettera dei Catechisti/Educatori ai ragazzi della catechesi 25 maggio 2018

Pubblicato giorno 27 maggio 2018 - In home page, in primo piano

Ragazzi Vi vogliamo bene

    LETTERA DEI Catechisti/Educatori   AI RAGAZZI DELLA CATECHESI

 

Cari ragazzi,

  siamo arrivati alla fine di questo anno catechistico con un bagaglio di esperienze, emozioni e motivazioni importanti. Non aspettatevi una pagella con su scritto promosso o bocciato, non spetta a noi e a nessun altro dare giudizi; ci spetta però, in qualità di educatori e adulti, consegnarvi la responsabilità di quanto avete saputo e potuto apprendere attraverso spiegazioni, insegnamenti ed esempi.

       Non ci siamo affidati a domande e o risposte preconfezionate, non abbiamo chiesto di imparare meccanicamente delle regole, quanto piuttosto di conoscere, comprendere, sperimentare e  vivere il Vangelo di Gesù.

       Abbiamo cercato soprattutto di rendervi partecipi al dialogo con Gesù attraverso il valore dell’ascolto e della preghiera. E’ vero, non è sempre stato facile, ci sono stati tanti momenti di sconforto in noi, ma Lui, il Maestro, c’è sempre stato, non si è mai assentato, non è mai stato occupato “a fare altre cose”.

       E allora, arrivati alla fine di questo anno che dire ? Prima di tutto grazie.

       Grazie Signore per averci chiamato a camminare insieme, Educatori e Ragazzi.

       Grazie ragazzi per i sorrisi che ci avete donato, per il vostro entusiasmo, per le vostre tante domande che a volte ci hanno messo in difficoltà.

       Grazie per  averci dato la straordinaria opportunità di far parte della vostra vita e di averci considerati adulti di riferimento.

       Grazie a ciascuno di voi che tante volte insegnate a noi l’importanza di essere un umile volto piuttosto che una maschera.

       Grazie alle vostre famiglie, al nostro parroco sempre disponibile e dal cuore grande, grazie alla grande famiglia della comunità per aver avuto fiducia chiamandoci al compito educativo.

       Quello che il Signore ci ha chiesto, prima di intraprendere questo cammino con voi, è stato di seminare, gettare semi,  fare in modo che cadessero per lo più su un terreno buono.

       Speriamo di aver seminato bene! Affermava don Tonino Bello, vescovo santo:” Vivete bene la vostra vita, perché vi capita di viverla una volta sola. Non bruciatela!”

       Vi vogliamo bene.

Ostuni, 25 maggio 2018

                                                                      Catechisti, Educatori

         

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)