Bambino siriano pensoso con una immagine dei Santi Cosma e Damiano posta nella sabbia del suo paese.

Pubblicato giorno 15 luglio 2018 - In home page, news

ss medici

Mi è stata inviata, da un amico sacerdote, questa foto, alquanto singolare. Un bambino siriano pensoso con una immagine dei Santi Cosma e Damiano posta nella sabbia del suo paese. Avendola nella memoria e riflettendo in questi giorni sulla politica di paura e di chiusura del suolo italiano ad accogliere i profughi, mi son detto che la storia ha sempre i suoi ritorni. La Siria oggi è un territorio martoriato da una oppressione politica dittatoriale che non lascia spazio di libertà e di dignità a nessuno. Eppure questi territori del medio oriente sono state culle di civiltà, di culture e di spiritualità. Sono certo che prossimamente potranno insegnare al nostro occidente quei valori che ormai da noi sono al tramonto. Questa foto mi dice che sorgeranno giorni di civiltà e di cultura in cui gli uomini pensanti si incontreranno per cantare la bellezza della comunione nella diversità delle sensibilità. E’ necessario credere e mettersi al tavolo della comune condivisione. La ricchezza dell’umanità è l’incontro delle generazioni che non si chiudono nei propri territori, ma alzano lo sguardo per abbracciarsi nella gioia di essere uomini umani.

Buona domenica, don Giovanni

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)