La notte Santa -“Lui è la luce”- .Non abbaglia ,non confonde :illumina ! 24.12.2018

Pubblicato giorno 24 dicembre 2018 - in primo piano, Notizie

DSC01501

Nel tempo di Natale la Chiesa celebra la manifestazione del Figlio di Dio che ,assunta la carne umana ,entra nella “storia” .In  Lui i credenti riconoscono il Dio vicino che ,come recita il prologo del Vangelo secondo Giovanni ,”era Verbo”(Gv.1,1), ossia desiderio eterno di entrare in dialogo ,in conversazione amichevole con l’umanità di ogni tempo , di farsi conoscere, rivelando il suo volto di amore per il mondo. In Gesù questa volontà divina è diventata storia ,relazione ,evento tangibile. Il tempo di Natale educa nel credente ,in modo particolare ,la dimensione della fede: riconoscere e accogliere nell’uomo Gesù ,nostro fratello in umanità ,la presenza di Dio, credere in quello scambio straordinario per cui ciò che è di Dio ,grazie a Gesù ,diventa nostro e ciò che è nostro, sempre grazie a Gesù ,viene preso da Dio.La luce del Natale risplende nell’Epifania ,che celebra la manifestazione  di Gesù come Salvatore di tutti i popoli del mondo e, infine, nel Battesimo viene proclamato da Dio “Figlio amato ,nel quale ho posto il mio compiacimento “(Lc 3,22).

La meraviglia di questo mistero pieno di tenerezza e drammaticità , la Chiesa è chiamata a coltivare lo stupore. L’Emmanuele, nato per amare .Un scelta di amore senza mezze misure, con la totalità  del dono di sé. Egli si presenta fragile, piccolo. Un bambino che ha bisogno di cura ,attenzione, abbracci, tenerezza. Lui è la “luce” .Non abbaglia ,non confonde :illumina !

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)