Servi del Cuore Immacolato di Maria

Opera OSTUNIL’Opera Nostra Signora di Fatima in Ostuni nasce nel Gennaio del 1999 per il desiderio dell’Istituto dei Servi del Cuore Immacolato di Maria di aprire un Centro di spiritualità e di apostolato in Puglia, grazie alla donazione effettuata dai coniugi Fausto e Giuseppina Galassi della loro casa di vacanza estiva e del relativo terreno e alla benevola accoglienza della nuova Comunità religiosa da parte dell’allora arcivescovo di Ostuni-Brindisi S.E. mons. Settimio Todisco.
Dal mese di Agosto del 2003 l’Opera si è arricchita anche della presenza delle Suore Serve del Cuore Immacolato di Maria, che collaborano con i Padri nell’animazione del Centro ed operano, altresì, nelle parrocchie di Carovigno.
I Servi del Cuore Immacolato di Maria nascono il 13 Maggio 1991, in diocesi di Subiaco (RM), accolti dall’Abate Vescovo Dom Stanislao Andreotti osb, mentre le Serve del Cuore Immacolato di Maria, nascono il 25 marzo 1996, nella diocesi dell’Abbazia Territoriale della SS.ma Trinità, Cava de’ Tirreni (SA), accolte dall’Abate Ordinario Dom Benedetto Chianetta osb.

Attualmente entrambi gli Istituti hanno la sede legale e principale presso la Diocesi di Roma, e sono legati costitutivamente al Movimento ecclesiale denominato Famiglia del Cuore Immacolato di Maria, il cui Statuto è stato approvato in forma definitiva dal card. Camillo Ruini, allora Vicario di sua Santità per la città di Roma, il 13 Maggio 2005.
In tale Movimento si esprimono tutte le vocazioni e stati di vita: sacerdotale, consacrata e laicale. Ogni vocazione aiuta l’altra ad essere vigile e in continua crescita, per portare il proprio servizio, con autentico spirito di comunione, nella «grande famiglia di Dio che è la Chiesa» (cfr. Statuto art. 3). I fedeli Laici aderiscono all’Associazione attraverso differenti modalità di appartenenza e di coinvolgimento (Amici, Collaboratori, Figli/e del Cuore Immacolato di Maria), adeguate alla vita e alla vocazione di ciascuno.
I religiosi Servi del Cuore Immacolato di Maria sono presenti nella Chiesa con dodici Comunità in Italia e con quattro all’estero (Toronto in Canada, Damour in Libano, Aracaju in Brasile e Fatima in Portogallo), mentre le religiose Serve del Cuore Immacolato di Maria hanno sei comunità in Italia e una all’estero (a Fatima, in Portogallo).
Lo Spirito Santo li rende attenti ai segni dei tempi e fa loro riconoscere nel messaggio di Fatima un aiuto proveniente dal Cielo in grado di curare i mali che insidiano l’umanità. Pertanto, essi si impegnano a realizzare la volontà di Dio annunciata dalla Vergine stessa ai tre Pastorelli a Fatima il 13 Giugno 1917: «Dio vuole stabilire nel mondo la devozione al mio Cuore Immacolato ».
Aspetti fondamentali del carisma, che scaturiscono dalla spiritualità di Fatima, sono: la preghiera, la penitenza, l’amore all’Eucaristia celebrata e adorata, al Santo Rosario, la riparazione, la consolazione ai Cuori di Gesù e di Maria tanto offesi dai peccati degli uomini, l’amore al Santo Padre, lo zelo apostolico per la salvezza delle anime.  Il carattere mariano degli Istituti è espresso nello stemma che rappresenta il Cuore Immacolato di Maria e nel motto «Per mezzo del mio Cuore Immacolato portate Cristo al mondo». Contemplando Maria che compie la volontà di Dio, i Servi e le Serve del Cuore Immacolato di Maria vogliono imitarLa accogliendo Cristo, vivendoLo nella propria santificazione e cooperando con il loro impegno apostolico a generarLo negli uomini. Pertanto, esprimono il proprio amore indiviso a Cristo tramite la professione pubblica dei voti di Castità, Povertà e Obbedienza e con uno speciale quarto voto di fedeltà e obbedienza alla persona del Santo Padre e al suo Magistero, consapevoli della perenne ed insostituibile validità del suo insegnamento e certi che soltanto «ubi Petrus ibi Ecclesia», dove è Pietro lì è la Chiesa.
I Servi e le Serve del Cuore Immacolato di Maria e i Laici del Movimento della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria esprimono il loro carisma nei seguenti ambiti apostolici: le missioni al popolo e le peregrinatio Mariae, la formazione cristiana della gioventù, l’animazione degli oratori, i ritiri spirituali, la diffusione della buona stampa, l’esercizio della carità nelle
sue diverse forme, la cooperazione alla missione apostolica
del Santo Padre, l’aiuto al clero e il servizio alla Chiesa locale.
In conformità al loro carisma, i Servi e le Serve del Cuore Immacolato di Maria organizzano presso l’Opera di Ostuni: riunioni di formazione e di preparazione all’affidamento al Cuore Immacolato di Maria, ritiri spirituali per i membri e i simpatizzanti del movimento della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria, giornate di fraternità e di spiritualità, la “festa dei bambini” in prossimità della memoria liturgica dei beati Francesco e Giacinta Marto (20 febbraio), catechesi di vita cristiana, incontri di formazione cristiana e culturale per giovani.
Gli appuntamenti più significativi sono:
– la celebrazione pomeridiana del Primo Sabato di ogni mese dell’anno, in riparazione delle offese al Cuore Immacolato di Maria;
– ogni 13 del mese, da Maggio ad Ottobre, la Processione mariana, seguita dalla Santa Messa, in memoria delle apparizioni della Vergine Santissima a Fatima, a cui prendono parte numerosissimi fedeli provenienti anche da altre diocesi.

Il sito internet ufficiale è il seguente:

http://www.icmf.it/index.php/opere/opera-ostuni

Condividi su:   Facebook Twitter Google