VANGELO Luca 14,1.7-14 domenica 1 settembre 2019

Pubblicato giorno 1 settembre 2019 - In home page, in primo piano

VANGELO estate 1.09

Il cammino verso Gerusalemme, in questa domenica è vissuto da Gesù con una sosta/invito, in giorno di sabato a fermarsi nella casa di un fariseo, cioè un cultore della legge mosaica. Gesù, attento osservatore e lettore dell’agire dell’uomo, si sofferma sull’agire dei commensali nelle feste e propone l’insegnamento sul banchetto del Regno. Come vivere lo stare a mensa nel regno e come vivere la mensa del Regno nel nostro tempo. Non è solo un discorso della fine, ma un prepararsi al banchetto vivendo in umiltà stando al proprio posto e accogliendo gli altri a partire da chi non può ricambiare. Uno stile fatto di umiltà e di giustizia. Da ciò nasce il messaggio: l’arrivismo, l’orgoglio, l’autosufficienza, l’efficientismo umano e religioso sono ostacoli per il banchetto del regno; la semplicità,  l’umiltà, il rispetto della giustizia verso il creato sono condizioni ideali per il regno. Gesù sintetizza tutto questo con l’affermazione “Chiunque si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato”. Cosa ci rende degni di abitare nella casa di Dio e stare alla sua mensa? Non sono le nostre opere autogiustificanti, ma la grazie e la misericordia di Dio che invita “amico vieni più avanti”. Il cammino dietro a Gesù è guardare a Lui vedere il suo agire in umiltà e in servizio ci aiuta a desiderare e gustare la sua mensa. La comunità di chiesa non è il luogo riservato ad élites, ma la casa che accoglie tutti, soprattutto i poveri e gli esclusi. Il cuore occupato dal proprio io non ha posto per nessun altro. Buona domenica.

don Giovanni Apollinare

Condividi su:   Facebook Twitter Google

Lascia un commento

  • (will not be published)